Primiero Remote Workers

Lo smart working sta cambiando il modo in cui lavoriamo e in cui gestiamo il nostro rapporto di lavoro.
Lavoro da remoto, lavoro ibrido, le “grandi dimissioni”, digitalizzazione dei processi sono fenomeni di cui sentiamo parlare ogni giorno perchè stanno modificando un modello di organizzazione del lavoro in cui l’ufficio e la presenza fisica e contemporanea di tutti i lavoratori erano indispensabili.
Il sistema verso cui stiamo andando ci permetterà di scegliere più facilmente DOVE vogliamo vivere, senza dover rinunciare al lavoro dei nostri sogni?

In che modo tutto questo incide sul futuro dei territori alpini?

Come si fa a cogliere le opportunità del lavoro da remoto?

3 incontri per approfondire

Lavoro da remoto: è qui per rimanere?

30 giugno alle 17,
Sala Negrelli
Primiero San Martino di Castrozza

Smart working e lavoro da remoto sono fenomeni che esistono dal secolo scorso, ma fino al 2020 riguardavano pochissime persone. Che cosa ha cambiato la pandemia nelle modalità organizzative  di enti e aziende? Che cosa possiamo aspettarci negli anni a venire? 
Il lavoro da remoto rappresenta veramente un’opportunità per i territori periferici?

Ne parliamo con chi studia questi temi da oltre 10 anni e con aziende che intendono cogliere le opportunità date dal remote working o che hanno già un’organizzazione remote first.


Chi cerca e chi trova

7 luglio alle 18,
Sala Negrelli
Primiero San Martino di Castrozza

Le organizzazioni che lavorano da remoto hanno strategie e metodi di ricerca e selezione del personale radicalmente differenti da quelle legate all’ufficio. Allo stesso modo, lavoratori e professionisti possono aprirsi strade e carriere inaspettate, senza muoversi da casa.
Come e per chi cambia veramente lo scenario?
Quali sono i rischi che si cambiano e che impatto può avere sui territori un mercato del lavoro slegato dalla dimensione geografica?
Lo chiediamo a chi cerca talenti per aziende di prima fila e si occupa dello sviluppo del capitale umano e a chi è diventato Remote Worker.


Più felici e più produttivi?

14 luglio alle 18,
Sala Negrelli
Primiero San Martino di Castrozza

Secondo molti, lo smart working può porre fine alle difficoltà di conciliare esigenze e desideri personali con obiettivi e necessità della sfera lavorativa.

è vero che chi lavora da remoto è più felice e anche più produttivo?


Laboratorio Smart Working

Un percorso per diventare remote worker.

Molte aziende stanno avviando programmi per ingaggiare risorse e talenti da remoto, ma trovare queste opportunità non è semplice e la competezione è alta. Anche gestire un rapporto di lavoro a distanza non è semplice, senza l’approccio giusto.

Nel Laboratorio Smart Working:

  • Lavorerai sulle competenze e gli strumenti per lavorare smart
  • Costruirai una tua strategia di Personal Branding e per la ricerca di opportunità
  • Definirai un piano d’azione per metterti subito all’opera

Lavorerai in piccoli gruppi e con un calendario costruito su misura per ogni gruppo.

1^ fase: il laboratorio

3 incontri di mezza giornata tra luglio e settembre

2^ fase: il follow up

2 incontri di un paio d’ore per affrontare insieme ostacoli e difficoltà e condividere i successi (ottobre – novembre)

Per info, scrivi a claudio.tagliabue@trentinosocialtank.it


I Partner

Primiero Remote Workers è un progetto di Trentino Social Tank, reso possibile anche dal contributo del Piano Giovani di Zona Young Lab Primiero e Vanoi